erotismo carnevale

Il Carnevale, periodo di piaceri legati al corpo, ha perso, negli anni, la connotazione fortemente correlata agli aspetti sensuali ed erotici di questa festa.

Tutti i dati a nostra disposizione ci suggeriscono d’inquadrare il Carnevale come una festa del ribaltamento o dell’inversione. Il carattere distintivo di questa festa è essenzialmente il fatto che per una durata limitata nel tempo, tutti i ruoli sono capovolti e la moralità subisce un processo d’inversione tanto grande e violento quanto grande e violento appare l’ordine vigente.

Pietro Piro.

La festa degli eccessi, del ribaltamento dei ruoli, dei travestimenti, dei banchetti e dei balli in maschera, il Carnevale, è fin dalla nascita, un periodo di tempo festoso,  in cui tutto è permesso. Le origini del Carnevale non sono certe, l’ipotesi più avvalorata è che derivi dai Saturnali latini o dai culti dionisiaci, nei quali il motto era Semel in anno licet insanire che tradotto: Una volta all’anno è lecito non avere freni.

erotismo carnevale Il Carnevale è una festa che vede la sospensione dal tempo ordinario e dalle regole. Questa atmosfera in cui, un tempo,  la trasgressione era lecita e possibile, permetteva l’abbandono, senza remore, ai desideri, alle pulsioni e ai piaceri. Ecco che la questa nuova dimensione di liceità, abbracciava ogni sfera, sociale e morale. Con la maschera ad esempio, oltre ad abbattersi le differenze di ceto, si realizzava la liberazione dai precetti della morale e dalle gerarchie prestabilite.

Esempio concreto di questa libertà ritrovata era  l’uso e il mutamento del linguaggio durante il periodo del Carnevale. Quest’uso fuori dal comune della parola, è  riportato da  autore di fine ‘800  nei suoi scritti, in cui si dice addirittura sconvolto dall’aver udito delle donne della Contea di Modica, esprimersi con parole scurrili e riferimenti al corpo e all’osceno. Emblematico è, per esempio, il fatto che molti poemi comici, in uso nelle rappresentazioni o negli scritti nel Carnevale,  caratterizzati da un uso del linguaggio sessualmente scurrile, fossero, in verità,  opera di monaci serissimi.

Il Carnevale festeggiava gli eccessi, ad ogni angolo o piazza era possibile trovare e avere accesso alle giostre, ai tornei, alle cuccagne. Insieme a queste manifestazioni ludiche si assisteva, oltre alla follia del divertimento, alla violenza gratuita, al sesso sfrenato, all’esibizione dell’oscenità. Tutto questo era concesso a tutti, con un’uguaglianza sociale unica e non replicabile in altri periodi dell’anno.

L’abbandono, la liberazione non era allora, solo concessa al popolo, ma anche alle donne, abituate a realtà sociali da sempre marginali. Oltre all’uso del linguaggio erotico, nel Carnevale siciliano per esempio, le donne erano addirittura  apertamente oltraggiate oppure cercavano  di far cadere in tentazione il marito per verificarne la fedeltà.

 In sostanza, l’abbandono ai piaceri e alle delizie della carne, la legittimazione di comportamenti orgiastici, le donne che potevano travestirsi da uomini e viceversa, erano solo gli aspetti più importanti che donavano al Carnevale un potere ed una carica strettamente correlata alla sensualità e alla realizzazione di un immaginario ludico e lussurioso.

 Il Carnevale ai giorni nostri, ha perduto tutta la trasgressione legata agli aspetti morali, sociali ed erotici che ne hanno generato l’origine e soprattutto la fortuna negli anni. Resta il gioco delle maschere, resta il gioco del vestire i panni o dell’incarnare altri ruoli, ma l’abbandono corale ai piaceri della carne, la sospensione della moralità,  la realizzazione di quello che è lecito solo per un giorno o per un lasso di tempo, la trasgressione insomma,  è persa.

Questo non significa che non possiamo ritrovare questi aspetti nel nostro privato, magari cogliendo l’occasione del Carnevale per abbandonarsi e realizzare liceità desiderose.

Ma ne parleremo per tutta la durata del Carnevale!


Share:

Desiderosamente

Comment

  1. […] 30 gennaio 2013 By desiderosamente Leave a Comment Torniamo ancora una volta sul tema del Carnevale, ponendo ancora l’accento su come questo periodo di festa sia occasione o invito a realizzare […]

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!