di Giulia P.

Mi arriva verso le 17.00 di quel sabato di settembre una telefonata sul cell. …un uomo…dalla voce calda e rauca………mi dice “Buonasera Giulia…..” ed io “Salve…mi scusi con chi parlo?” ..”non è necessario che tu lo sappia…..il tuo appuntamento è fissato per stasera alle 21 presso l’Hotel Excelsior…..devi dire alla reception : pink suite …..e seguire queste istruzioni: sali ed entra
nella stanza….. siediti sul letto…. troverai un foulard di seta nero…..e degli indumenti…indossali e lega il foulard sugli occhi e aspetta immobile………questo è tutto….e cerca di essere
puntuale” non riesco a replicare che sento il clik e la comunicazione  cade…..

Un brivido attraversa il mio  corpo….. paura….eccitazione…….curiosità………..un insieme di emozioni devastanti….decido di andare….e vado a farmi una doccia………mi vesto e
scendo e faccio un salto dal parrucchiere ….. sono le 20.30 e non riesco
più ad aspettare………chiamo un taxi e arrivo all’appuntamento in perfetto
orario……..
La  reception è enorme…bellissima…….senza dubbio è un HOTEL a 5 stelle……..ma
cosa e chi mi aspetta? …… il mio cuore accelera i battiti ….. le mie mani tra i capelli………la signorina al banco mi dice di prendere l’ascensore n. 3 e salire al settimo piano…suite 10
…..l’interno dell’ascensore è dorato e ci sono specchi dappertutto…….mi
guardo da tutti i lati…….mi piace quest’aria da escort che ho stasera………è nuova per me………percorro il corridoio e arrivo alla porta 10…..spingo e si apre……..è un locale enorme…….un bel salotto tutto avorio e oro …..i mobili in mogano……le luci calde e soffuse………un bagno a due lavabi….la rubinetteria è splendida……..il resto è tutto di
marmo candido……..infine il letto…….maestoso sofà color panna……adornato da cuscini di ogni fattezza e stoffa……..di fronte al letto uno specchio …..grandissimo…..ovale………sono
eccitatissima…….respiro a malapena…….dalla vetrata del salone si intravedono tutte le luci della città…….in sottofondo c’è una musica…..non riesco a capire cos’è….ma vengo distratta dalla poltrona di fianco al letto……ci sono appoggiati degli indumenti……..mi spoglio
completamente e comincio ad indossarli guardandomi nello specchio…….prima il reggiseno a balconcino nero di pizzo …..poi il reggicalze…….le calze velatissime con cucitura posteriore…….una sottoveste nera di seta impalpabile……mi guardo intorno…..e non trovo le
mutandine…….sono pronta……mi siedo sul letto come mi era stato chiesto e  aspetto…..prendo il foulard nero e lo lego sugli occhi……ed è buio……in quella situazione comincio ad avere un misto di  paura ed eccitazione…….sento che fra le gambe si fa strada il calore……..d’un tratto sento la porta che si apre……e dei passi pesanti sulla moquette ……arrivano fino davanti a me…..la voce calda e rauca…”Buonasera Giulia!……Sei stata bravissima…….sei perfetta piccola…….”…..sento un respiro leggero sul mio collo…..le spalle e la gola………mi prende per le mani e mi fa alzare….e suppongo che lui si segga davanti a me……sento le sue mani vicino alle caviglie…le
avvolge…..e le stringe…..poi comincia a salire leggero…..con calma  …….mi solleva la sottoveste piano fino alla vita con un mano e con l’altra tocca la mia pelle e il reggicalze……e mi soffia sui peli del pube nudo……e ci passa una mano su………sento il suo ansimare….e comincio anch’io
ad avere il respiro pesante……”chi sei? Ti prego dimmi chi se?….” ….. “Silenzio piccola……sono colui che guarda…..per adesso….fai quello che ti dico e non protestare” …..così dicendo lo sento alzarsi mi abbassa una spallina della sottoveste e del reggiseno e libera un seno……..il capezzolo e rigido……poi prende i miei polsi e li chiude in due manette…….le mani sono distanti…..sono dietro la schiena e tenute ferme da un’asta alla quale sono state sistemate le manette….mi fa stendere sul letto e fa lo stesso con le caviglie….ammanettandole ad un’altra asta…….le gambe sono divaricate e non posso chiuderle….in questa posizione sono completamente
immobilizzata…..e comincio a mugolare ed ansimare “buona piccola……non devi aver paura……non ti farò del male…..sarai solo lo strumento del mio piacere……ma sarà bello anche per te vedrai” mentre lo dice sento la sua mano fra le cosce fra i peli del pube che mi
controlla……”mmmm piccola sei fradicia……..sei eccitata da morire…….mi piace……mi piace moltissimo ma devi aspettare”  mi infila due dita dentro e comincia a roteare …..le caccia e le succhia e con l’altra mano introduce un dito dietro dentro il buchino stretto e lo fa salire fino a su …….scuotendomi tutto il corpo……..un grido di piacere esce dalla mia bocca…….ed un fiotto
di miele esce dalla fica…….e lui ride e ride….succhiandosi le dita…..ed non posso chiudere le gambe ne muovermi in nessun modo…….legata e cieca….non capisco più nulla…….il mio desiderio è potente……lo voglio chiunque esso sia……..non resisto…….lui continua a
respirare veloce…….e comincia a baciarmi e leccarmi dappertutto…..sulle cosce…….sul ventre…….sui seni………mi apre la bocca e ci ficca la sua lingua calda e l’attorciglia alla mia e con le mani mi stringe i capezzoli facendomi gridare e implorare……si lo sto implorando……..”ti
prego mio signore chiunque tu sia…..prendimi sono tua…..non posso più aspettare”….lui ride piano e mi gira a pancia in giù…….”mmm piccola come sei aperta così……ti adoro……..sei fradicia….guarda come sei bagnata” e mi passa un dito zuppo di me sulle labbra ed io lo lecco……..inebriata…….sento a quel punto la cerniera dei suoi pantaloni che si apre……..e poi all’improvviso comincia a frustarmi i glutei con qualcosa di leggero………non fa molto male….ed è eccitante perverso e mi scatena un orgasmo violento e irrefrenabile……..”Sei stata cattiva piccola….ed adesso devo punirti……..quando avrò finito ti prenderò ovunque” mi viene vicino alla bocca e me la apre e ci infila la sua verga fino in gola tappandomi il naso con due dita…….in questo modo mi fa spalancare la bocca ancora di più e affonda sempre più dentro “Su piccola prendilo tutto e leccalo bene…….non deludermi” lo sento duro e caldo che mi affoga……e sono sempre più bagnata fra le gambe……..dopo qualche minuto mi libera la bocca e si mette dietro di me fra le gambe ….. prende i miei glutei con le mani e mi divarica…….si  accosta e comincia a penetrarmi e affonda dentro di me……sempre più dentro……facendomi sussultare….poi prende un ritmo sostenuto e con le mani allarga di più e di più ancora …..mi sta spaccando……..”piccola troia…..adesso di riempio tutta……..ma tu non devi  parlare….devi stare zitta e ascoltarmi……..devi ascoltare attentamente quello che ti sto facendo….e poi lasciati andare” …..sono tesa e completamente piena di lui……soffoco le mie grida ed in silenzio ascolto cercando di non venire………”ecco vedi….tu sei fatta per questo……ed è questo il motivo per il quale ti ho scelto……sei uno strumento del piacere ………. Poche sono come te e da oggi in poi  sarai la mia schiava devota…….ed io ti riempirò a mio piacimento come e quando vorrò e tu …..piccola mia non potrai opporti perché ormai mi appartieni…….adesso ti apro a metà e ti riempio tutta….e mentre lo faccio voglio sentire che mi implori……lasciati andare …..te lo ordino oraaaa!!!” così dicendo lo sento caldo e denso che entra dentro il mio ventre e mi squassa…..mi riempie …….mi fa sua ….. ed io grido e mi perdo in un oblio senza fine “si mio signore sono per te……sono tua…..fai di me quello che desideri…….. per sempre……ti supplico non smettere”…poi…si accascia su di me con un tonfo……ansimante mi schiaccia sotto il suo peso ed io godo ancora e ancora…… non riesco più a fermarmi…..e lui continuando a godere della mia vista… mi scioglie il foulard e mi libera gli occhi e mi guarda….poi…. stringendomi la fica fra le mani mi dice “sei fantastica e questa è mia……….tutto questo è di mia proprietà”……

 Giulia P.


Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!