vino erotico

In vino tutto il piacere dell’erotismo.

“i vini preparano gli animi e li rendono aperti agli ardori… e Venere nei vini diviene fuoco aggiunto al fuoco”

scriveva Ovidio, in proposito del rapporto che lega il vino all’ erotismo. L’inebriante relazione  tra il vino e l’eros, ha radice lontane e non sembra per niente logorata dagli anni, anzi. Con il ritrovato interesse verso il mondo del vino infatti, oltre al piacere di gustare, abbinare e  assaggiare, si riscoprono anche altri piacevoli e seducenti connubi. Sì sa, alla piacevole sensazione di ebrezza si accompagna un lieve calo delle inibizioni, dei freni, quella rarefatta sensazione di benessere che fa dei desideri, voglie languide e  deliziosamente sensuali. Anche le varie tipologie sembrano fatte apposta per suggerire all’eros eccitanti fascinazioni: rosso, per serate calde e appassionate, il bianco, profumato e fresco scivola seducente a rinfrescare altri ardori, il rosè forse meno amato,  ma tremendamente sexy e femminile, le bollicine poi, frizzanti, seducenti e sempre emozionanti come un primo incontro.

vino erotico Del vino non è sensuale soltanto il risultato finale, l’ erotismo e il desiderio pervadono tutto il processo che permette farlo arrivare nei nostri calici. A dir la verità, si è un po’ pera quella sensualità autentica che esalava già dal momento della raccolta. La convivialità, i festeggiamenti e l’ebrezza che si accompagnavano tradizionalmente alla vendemmia, sono quasi scomparsi, com’è scomparsa davvero quell’affascinante e seducente pratica di far pestare alle donne con gli orli delle gonne alzati, i grappoli appena raccolti. Ma senza perdersi in fascinazioni del passato, continuiamo il nostro parlare del vino e dei suoi moltissimi aspetti seducenti.

 Iniziamo allora dal momento del brindisi: quell’ormai usuale sbattere di calici è già di per se un gesto di buon augurio, è un primo ammiccante contatto, una sorta di promessa di ottimi auspici. C’è chi dice che ci si debba guardare negli occhi, e allora perhè non lasciar presagire già dallo sguardo del brindisi seducenti intenzioni? Quando si parla di vino si usano termini come sorseggiare, assaporare, gustare e assaggiare, già  solo le parole echeggiano a carnali sapori. E se vi state chiedendo come trasformare una serata usuale in una situazione afrosidisiaca, basterà esagerare quel tanto che basta da ammorbidire la postura e gli animi, in modo da rendere languido e liquido lo sguardo e lasciar la bocca confessare e le mani toccare, cercare, sfiorare.

 E se dai medici arriva il monito che il vino fa male all’erezione, diventa d’obbligo chiedersi come mai questa bevanda vanti un rapporto così felice e stretto con la sensualità. Come sempre non sta a noi fornire indicazioni specialistiche, possiamo solo invitare a non esagerare, perché che inibisca la sessualità o no, di certo, quando l’ebrezza si trasforma in ubriachezza, la sensualità e la lussuria si smontano comunque.

 Concludiamo con la domanda se esista un vino più seducente di un altro, una tipologia addirittura più afrodisiaca, un vitigno che renda piacevolmente seducenti, e la facciamo virtualmente qui da questo post ad Enotica, il Festival del vino e della sensualità che si svolgerà a Roma dal 14 al 16 marzo. Chissà magari qualcuno saprà rispondere… restiamo in fiduciosa attesa e intanto facciamo i complimenti agli organizzatori per questa meravigliosa idea.


Was This Post Helpful:

0 votes, 0 avg. rating

Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!