temporeale2

#temporeale #Zurigo #altare1

di Francesca Mazzucato

Il risveglio è un assedio dei gemiti di ieri e di quell’altare di corpi che abbiamo rappresentato. Le labbra non più orfane. Il tatto, il desiderio libero di brillare in una penombra priva di claustrofobia o paura. Mi è rimasto tatuato dentro e addosso, senza tregua, senza remore e senza sosta, scivolando adagio fra le scosse telluriche che ancora invadevano ogni fibra del corpo dopo ore.
Tu non c’eri, Andrea.


Aleggi ancora nelle pagine da rivedere che ho preso al mattino.
Aleggi ancora nel romanzo che rivedo e che uscirà a breve ,la chiosa epica de *Lo Svizzero*.
Nel letto disfatto e scomposto  intriso dal calore di ieri,  sfoglio ciò che è stato narrato.
Il mio viso porta gli stessi segni, scomposto, spregiudicato, desiderante.
Non hai voluto essere l’unico oggetto.
C’è qualcosa di intollerabile,di bello e misterioso,ingiusto,crudele, friabile e perfetto.
Una parte di me ti aspetta.
Riusciresti a riconoscermi, smarrita da un nuovo desiderio che non ha bisogno di corde e dolore?

[perchè è nel desiderio che ci si riconosce e ritrova ,ci si smarrisce.Si cade e, feriti si torna in piedi]

temporeale1

Mi aspetta Zurigo.Ogni strada culla il mio languore. Ogni tavolo, ogni bar,ogni angolo,ogni biblioteca accoglie i miei rosari di parole.
[con lo stesso sadismo posso dirtelo,ti amo.E tu lo sai eper te è lo stesso.]
Domani ti cercherò. Forse. Forse ritorni in anticipo, forse le tue ombre sono di pelle e di carne]

temporeale2


Was This Post Helpful:

0 votes, 0 avg. rating

Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!