Deriva senza numero . Da Zurigo, internet point, cell. scarico e urgenza

di Francesca Mazzucato

Andrea, il treno ha tardato e successe già un’altra volta. Allora avevo pensato di avvertirti. Stavolta no.
Non mi avevi risposto. Il mio era un invito che speravo ti facesse superare quella frattura.
Avevo contribuito, lo so.
Qui, abbiamo tanto da ripercorrere nei Frammenti di un discorso amoroso ed erotico del contemporaneo, e procederemo.
Ma occorreva questo scarto temporale.
Questo è il titolo di coda, Andrea? ( e poi la moviola ritornerà ai momenti in cui quell’amore che sappiamo, quel desiderio che sappiamo è stato grande, totale, immenso.

2

Ieri, mi sono sentita fragile. Sperduta.
Mi bastava, forse, una parola. Hai scambiato saliva, sudore, fluidi.
Parlarmi, per aiutarmi a sentirmi meglio. Era impossibile, nel tuo ieri?
Mi sentivo priva di ogni forza.
Hai toccato qualcosa di molto intimo e profondo e ora infierisci. Così
Senza ragione.

3

Lo so, devo fare delle cose, vedere, incontrare, scrivere. Ma tu.
Tu, Andrea. Pensi che si possa scrivere una parola in una mail e basta?
Probabilmente.
Questo tuo basta mi ha fatto cadere. Frammenti. Caduti. A terra. Ieri sera. Smarrita. Lacrime.
Raccoglimi volevo dirti. Raccoglimi solo per mezz’ora. Tienimi stretta e poi potrai andare.


Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!