ccollana sexy

di Francesca Mazzucato

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Andrea, per un istante ho sperato ma non eri tu: ho barcollato,  è riemerso implacabile e viscerale quel dolore che è ancora uno schianto. Sanguinava, la mia pelle di illusa.
Per il disagio, il rancore insensato.
Una telefonata da Zurigo.
Quella persona di cui ti ho scritto, che ho sperato mi aiutasse a dimenticarti per sempre,attendendo dell’altro, qualcosa di nuovo, coinvolgente e brillante. Ho sperato nella magia di un esordio. Che sciocca.
Che banale illusione da discount, la mia, che tentativo già fallito in partenza, senza smalto, senza slancio, Andrea.

ccollana sexy Ho potuto crederlo davvero?
Nel ghetto del quartiere 4 ho sudato, parlato e fatto del sesso stanco e raccolto in depressa rassegnazione con qualcuno che speravo riuscisse in una magica trasformazione (eppure plasma figure cangianti, è un artista, doveva).
La sua voce da Zurigo era stanca. Io sono stanca da mesi, logorata dall’implacabilità del tempo e dalla stonatura di una vita deprivata. Avvilita. Senza te. A rendere speciale il desiderio, la partenza, il tornare, la pioggia, il temporale
Mi ha ispirato quel quartiere così poco “svizzero”, morsicato da ombre di povertà e da prospettive morte lungo il cammino.
Ne ho parlato nella Nuova Romanza, nell’appendice dove parlo di tutto quello che è stato, nella mia vita a Zurigo fino a una settimana fa. Quando c’ero.
Quel ghetto rallegra, ma il resto è stato un funesto e noioso equivoco.
Si dovrebbe passare in silenzio.
Lasciare che sia la strada a prendere per mano e a spiegare i come e i tanti perchè che avvolgono la testa,la pancia e quel pezzo di cuore sempre in bilico,in stato d’allerta.
Non conoscere i disagi e le nevrosi, le ansie e gli estremismi di nessuno, non così.
Adesso quel ghetto è un ricordo non del tutto in chiaro.
Preferivo la nostra penombra. Il suo spessore autentico.
Tempo di madreperla e di lividi splendidi.
Opere d’arte sul serio.
(porto quella collana che ti eccitava tanto, non riesco a farne a meno)


Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!