seduzione 1

La critica che troppo spesso viene rivolta alle donne quando si parla di seduzione, è di essere troppo costruite. Nell’accezione negativa di artefatte. Ecco che bellezza, fascino e malia seduttiva non attraggono più perché percepite come fasulle. Da sempre le donne hanno curato il loro aspetto e hanno sempre fatto affidamento sul loro potere di seduzione. E’ antichissima l’usanza di truccarsi come quella di adornare il corpo con gioielli o vesti che ne esaltassero le qualità. Si pensi solo, che una delle prime rivoluzioni compiute dalle donne, fu quella contro la legge romana, che prevedeva che una donna non potesse uscire indossando più di 15 grammi di oro. Ecco che allora, la ricerca dell’ostentazione, la corsa alla bellezza e il desiderio di attrarre, ammaliare e sedurre è storia vecchia. Perché allora criticare ancora bellezze fasulle, seduzioni artificiali e attrazioni alterate? La risposta banale è che per certi versi stiamo esagerando, quella meno ovvia è che la rincorsa alla seduzione artefatta ha generato, come mai nella storia, una sorta di desiderio compulsivo a raggiungere ad ogni costo un unico modello di riferimento. seduzione

Il piacere di accentrare l’attenzione con la seduzione, l’attrarre gli sguardi, essere al centro dei desideri degli uomini è un bisogno che alberga in ogni donna, si può addirittura dire che esso faccia parte della femminilità stessa. La malizia, i gesti, il modo di camminare, l’ammiccare, e tutto quanto atteneva alla seduzione propria e personale di ogni donna e alla sfera erotica femminile però,  è stato sostituito da canoni da rispettare, modelli da eguagliare, atteggiamenti da copiare. E ben vengano tutti quegli accorgimenti per essere più belle, più giovani, più affascinanti, ma la seduzione è davvero qualcosa che bisogna rincorrere, acciuffare e  imitare faticosamente? No.

E non è questo, un articolo che farà l’elogio alla semplicità, si sa, non tutte, e soprattutto non a tutte le età è possibile ostentare modelli di bellezza acqua e sapone. La strada per riscoprire la leggerezza della seduzione inoltre, non passa neanche per la demonizzazione di tutto ciò che può considerarsi un orpello. Si può infatti riscoprire il mondo meraviglioso della seduzione liberata da un modello sociale, anche  servendosi di tutti quegli artifici per apparire piùattraenti. Ecco che allora la strada da percorrere non è quella di spogliarsi da lingerie push up, di far miseramente cadere unghie finte ed extension e arrendersi alla guerra del tempo che passa, ma è iniziare a guardarsi e lasciarsi guardare per quello che si è, liberandosi dalla frustrazione di dover essere quella donna, quel modello che poi a dire il vero non ci piace neanche così tanto.

No Banner to display


Alleggerire le aspettative, alleggerire la mente e il corpo dagli obblighi, alleggerire la fatica di nascondere, di occultare  quello che non va nel nostro corpo perché non corrispondente ai canoni.   E se proprio il desiderio è di somigliare ad un modello di riferimento, che questo  sia almeno una scelta libera e personale.

Alleggerire significa cedere, diventare più morbide, accoglienti. Significa lasciar da parte quella durezza dello sforzo di eguagliare un modello, di piacere ad ogni costo, significa scoprirsi e mostrarsi anche nelle debolezze.

Quanta seduzione c’è in uno sguardo imbarazzato, in una donna che arrossisce, negli occhi che sfuggono per vergogna  invece di sfidare finzioni fasulle. Quanta carica erotica scaturisce dall’esplorazione di un corpo, dal toccarne ogni parte, dallo sfiorare zone sensibili e non, senza che alla conoscenza niente sia precluso. Lasciar guardare, toccare, baciare difetti, le particolarità, i pregi, vuol dire abbandonarsi, concedersi, regalarsi la leggerezza e piacere di godere.

Ci sono donne che evitano posizioni sessuali per nascondere difetti, che stanno in posa anche quando fanno sesso, che nascondono i desideri e rinunciano a priori alla soddisfazione sensuale. Ci sono queste donne, e sono di più di quanto si pensi. Sono quelle donne che non riescono a vivere il gioco della seduzione prima, e quello della sensualità poi serenamente, solo perchè non hanno, nonostante fatica e sforzo, un fondoschiena da urlo.

 E come se dovessero colmare una lacuna, come se per sopportare la colpa di questa grave mancanza, appesantiscono il corpo di artifici, di maschere, di agghindi esagerati e la mente di modelli sempre più irraggiungibili.

Il risultato è che questa seduzione costruita di cui siamo accusate non ripaga: non funziona sugli uomini che hanno imparato a riconoscerla e svelarne i tranelli, non soddisfano le nostre frustrazioni.

 E allora a seduzione fate sempre seguire la leggerezza!


Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!