tradire

Tradimento. Poche altri argomenti aprono a sensazioni cosi forti e divergenti tra loro. Tradire è quanto di più eccitante possa capitare, subire il tradimento invece, è di certo destabilizzante, è un’esperienza capace di minare rapporti solidi e obbligare chi ne è vittima, a mettere in discussione non solo la coppia, ma anche se stesso. Davanti al tradimento sono in molti ad vere un atteggiamento di condanna, le donne additano gli uomini come più inclini a tradire, gli uomini di contro, smentiscono ricordando che le adultere sono moltissime. Quello che è certo è, che nonostante essere traditi faccia molto male, tradire è fin dai tempi dei tempi, un desiderio che almeno una volta nella vita tutti hanno realizzato.

Una donna che ha un amante è un angelo, una donna che ha due amanti è un mostro, una donna che ha tre amanti è una donna.
Victor Hugo

tradire Che sia la noia, la routine, o l’insoddisfazione sessuale che sopraggiunge dopo anni di rapporto di coppia, il tradimento, regala intense ed eccitanti sensazioni. L’aspetto più sconvolgente del tradimento a livello sensuale, è l’emozione di cambiare pelle. Abbandonarsi ad un uomo sconosciuto, scoprire nuove sensazioni, accarezzare e lasciarsi toccare in modo nuovo ed inaspettato, provoca un’eccitazione che non sarà mai paragonabile a quella vissuta nella coppia.  Lasciare spazio a nuovi desideri, soddisfare fantasie e dar voce finalmente alle voglie, porta a farsi trasportare in un turbinio dei sensi a cui è impossibile resistere. Realizzare il desiderio di tradimento, soddisfa quindi, prima di tutto la sfera sensuale. In genere si tende ad essere più disinibite con un amante piuttosto che con il partner, questo porta ad una maggiore libertà sessuale, che a sua volta, dona una sessualità più appagante.

A volte poi, si tradisce per dar corpo a quelle fantasie particolari che non trovano sfogo nel rapporto di coppia. Ecco che spesso nel tradire si realizzano desideri legati a giochi di ruolo come per esempio il BDSM, voglie fetish o anche solamente  giochi erotici che la nella coppia non trovano spazio.

Tutto nel tradimento diventa più facile, è come se tutte le difficoltà legate alla sessualità e alla comunicazione ad essa legate si alleggerissero, semplicemente ci si lascia trasportare da richiami puramente carnali, dall’aspetto meramente sessuale, abbandonando, per una attimo tutto, quanto è legato all’universo sentimentale.

Tradire significa quindi realizzare i propri bisogni sessuali, dar sfogo al corpo, permettersi soddisfazioni, orgasmi e piacere fisico fine a se stesso. Il tradimento ha la capacità di renderci consapevoli della nostra sensualità, si ha la sensazione di poterla gestire, amministrare, decidere di diventare l’artefice della propria soddisfazione prescindendo, dall’affettività e dalla sfera emozionale.

La carica erotica di un rapporto sessuale rubato alla routine è decisamente più forte, prepotente, appassionata.  Fugacità, passione, carnalità e tutto quello che caratterizza l’effimero rapporto adultero, contribuisce ad aumentare gli aspetti erotizzanti del tradimento anche quelli non  direttamente legati alla fisicità. Tornare a sentirsi desiderabili, piacere, rubare spazi, tempi, creare occasioni ed essere al centro di situazioni sensuali eccitanti, sono solo altre piacevolissime controindicazioni dell’essere adultere.

Che il tradimento sia un atto  sbagliato, che non c’è giustificazione tale da addurre a spiegazione di un gesto così infimo, che nonostante le infinite piacevolissime emozioni lasci un retrogusto amaro in bocca, è assodato. Spesso  però  tutto questo non basta a farci desistere, soprattutto  quando, il desiderio di tradire, si fa prepotente e imprescindibile.

Perché per fortuna o purtroppo, a volte capita che l’adulterio si faccia necessario!

Il legame del matrimonio è così pesante che si deve essere in due per portarlo, spesso in tre.
Alexandre Dumas padre


Share:

Desiderosamente

Comment

  1. amleta 15 agosto 2013 at 12:57 - Reply

    “Che il tradimento sia un atto sbagliato”, ecco questo è un giudizio che è legato solo alla morale di una società in cui la coppia dev’essere chiusa per difendere quell’equilibrio che non ha nulla di naturale e istintivo. Infatti la fedeltà non esiste, è una costruzione dell’uomo, che si ostina a voler infliggersi delle regole che poi inevitabilmente lui stesso non rispetta. Quindi dire che è sbagliato è solo per quello che riguarda la morale comune. Ormai esistono molte coppie aperte che praticano e accettano il tradimento, e il poliamorismo, come una cosa naturale e non più da condannare o perdonare. Fortunatamente la civiltà si evolve.

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!