camminata seducente

Perché un post sulla camminata sensuale? Beh, prima di tutto perché troppo spesso si da per scontato che qualunque donna, sia che indossi i tacchi o meno, abbia la capacità di camminare in modo sexy, poi perché è un piacere che va rivalutato o riscoperto. Camminare in modo seducente, o meglio incedere con portamento femminile, sicuro e affascinante, è una potente arma di seduzione, una forte ostentazione di fascino, ma soprattutto è la manifestazione più esteriore della femminilità. Impossibile non essere attratti da una donna che cammina in modo sensuale, come è impossibile che questo modo di camminare passi inosservato. Fin qui, tutto vero, il problema è che a furia di pensare alla camminata sexy, intesa come un ancheggiare con un piedi davanti all’altro con passi sicuri e atteggiamento da top model, ci siamo arrese davanti all’ovvia impossibilità di incedere in questo modo tra i corridoi del super mercato. E abbiamo commesso un errore.

camminata seducente Prima di tutto, come sempre serve ricordare che per giocare con i desideri, per coccolare la nostra femminilità, la prima cosa da non fare è imporsi e ricalcare modelli e comportamenti. La vera ricchezza della sensualità e della seduzione sta nel nostro, unico ed irripetibile mondo interiore, intimo e personalissimo. Quel che è più importante poi,  è che non ci sono ambiti a chiusura stagna in cui essere o non poter essere femminili, basta adattare e adottare la giusta misura ed restare doverosamente consone alle situazioni. E allora se è vero che saremmo davvero ridicole se ci aggirassimo tra le corsie di un super mercato con passi da top model, è altrettanto vero che si può camminare in modo sensuale anche in contesti che sensuali non sono.

E allora impariamo che prima di tutto per camminare in modo femminile, non serve ancheggiare o peggio sculettare, ma basta curare il portamento. Ricordarsi che spalle in dentro e petto in fuori, è una buona regola da seguire, tenere a mente che procedere con grandi falcate non è consigliato neanche in caso di molta fretta.  Bisognerà quindi fare passi piccoli, non stare a tessa bassa, evitare di camminare con i piedi aperti o con le punte in fuori. Cominciando con dei piccoli ritocchi alle abitudini quotidiane, si può in modo del tutto giocoso riscoprire il piacere di essere donne.

Volendo e dovendo, migliorare ogni giorno un po’, oltre a come mettiamo i piedi, impariamo a fare attenzione a  cosa fanno le nostre mani mentre camminiamo. Evitare, mani in tasca, peggio, dietro la schiena o attaccate alla tracolla della borsa. Meglio posizioni più naturali e soprattutto più sciolte. Testa alta e sguardo diritto, donano subito un che di raffinato e trasmettono sicurezza, imparare a fare passi sicuri, a procedere senza timore e soprattutto  a sentirsi veramente femminili per mostrarsi tali.

Con i tacchi, anche bassi, il fascino subito cresce, a patto di non commettere tutti gli errori più comuni.

Quando si può e si vuole osare o ostentare di più, basta aggiungere accortezze, perfezionare e aumentare i gesti femminili abituali. Lasciarsi tentare dal piacere di accompagnare con il movimento del bacino il passo, ancheggiare senza esagerare oppure, se la situazione proprio lo richiede, cosa c’è di più seducente di procedere sculettando vistosamente verso il partner  su tacchi vertiginosi con indosso solo il perizoma…

Insomma, sia che  si stia attraversando la strada per andare al lavoro o si stiano percorrendo pochi passi verso la camera da letto, basta davvero poco per farlo in modo più femminile, ma se qualcuna dovesse ancora considerarlo una cosa faticosa, non resta che ricordare che il premio in palio  è molto più interessante del già meraviglioso piacere di scoprirsi più seducenti.

No Banner to display


Tags:
Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!