david michelangelo

Nudo di uomo.

Quante volte abbiamo ascoltato e citato quello strano luogo comune che vuole il corpo nudo di un uomo esteticamente parlando, brutto rispetto a quello di una donna. E’ proprio su questo luogo comune, accettato e citato peraltro dalle donne stesse che la nudità femminile ha trovato piena accettazione morale sociale anche quando il ricorso alla nudità non era troppo necessaria. Mi riferisco all’uso e all’abuso della nudità femminile nei messaggi di comunicazione pubblicitaria e non e dell’eccessivo ricorso alla parola artistico per giustificare un nudo volto a generare altre attenzioni. E allora a chi  ha magari osato chiedere il perché per esempio di un o smisurato utilizzo del nudo femminile, oltre alla già citata parola artistico di certo è stato sempre risposto che è di gran lunga più piacevole la vista di forme femminili che di un rude corpo maschile, e che i rimandi e gli universi che è capace di evocare il nudo di donna non saranno mai equiparabili anche a livello sensuale, a quelli che possono scaturire dalla mostra di un nudo dell’altro sesso.

david michelangelo Prima di dibattere se e quanto sia esteticamente giusto o sbagliato o addirittura, continuare a generalizzare creando pericolosi canoni e stereotipi del bello, pensiamo a come le divisioni siano sterile e soprattutto limitative. Se chiedessi di scegliere tra la bellezza della Venere di Milo e il Discobolo, la scelta davvero verterebbe solo sui rimandi sensuali che veicolano le due opere? E ora, contraddicendo quanto già detto, chiedessi se davanti David è possibile non percepire una fisicità prepotente, non venire investiti da una sensualità che è elogio del corpo stesso, chi avrebbe, uomo o donna che sia, il coraggio di negare?

La bellezza di un nudo, allora, intesa come emozione che coglie e sconvolge i sensi (tutti), non dipende in modo così semplicistico dalla scelta di genere e gli universi e le sensazioni che da questa scelta si evocano, non dipendono dal sesso. Molto semplicisticamente allora, se non tutti i seni scoperti hanno rimandi alla maternità o di contro alla sessualità, non tutti i nudi maschili sono esteticamente deprecabili.

E per chi ancora rimanesse ancorato all’idea dell’assenza di armonia, estetica e piacevolezza del corpo maschile, consiglio la visione della pubblicità di Eni Energia di cui Roberto Bolle è protagonista.


Was This Post Helpful:

0 votes, 0 avg. rating

Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!