u

Esercizi fisici per l’allungamento del pene

Quali sono gli esercizi per allungare il pene?

Sempre più persone, insoddisfatte delle dimensioni del proprio pene in erezione, cercano guide dettagliate e esaustive per poter praticare degli esercizi di allungamento del pene senza dover affrontare la vergogna di recarsi da un urologo per avere informazioni.

Avere un pene piccolo o problemi di erezione, oltre che poter creare dei problemi alla salute della coppia può anche causare un senso di disagio e inadeguatezza verso il proprio corpo creando una scarsa autostima e poca consapevolezza di sé.

Secondo uno studio commissionato da un’industria di profilattici su un campione di 330 uomini è stato dimostrato che, in media, la misura normale del pene in erezione nel 75% dei soggetti ha una lunghezza compresa tra I 12,9 e 15,7 centimetri. In aggiunta, sempre secondo un’indagine condotta nel 2005 dalla società Italiana di andrologia(SIA) è emerso che circa il 23% degli intervistati si ritiene insoddisfatto delle proprie dimensioni con tutte le problematiche fisico-psicologiche che un pene piccolo può comportare.

Ma è veramente possibile allungare il pene in maniera naturale con un po di esercizio fisico?

E come fare? Con che tecniche? Per quanto tempo? Con che risultati?

La risposta alla prima domanda è: SI!

Scopriamo insieme le tecniche di allungamento del pene e tutto ciò che c’è da sapere.

Innanzitutto è bene specificare che questi esercizi, se eseguiti con costanza e nella maniera corretta, possono portare dei buoni risultati in termini di lunghezza e circonferenza già dopo il primo mese sia in persone circoncise o meno. Inoltre, secondo il parere di molti urologi, questi esercizi sono benefici e contribuiscono a rafforzare il muscolo e a migliorare l’afflusso e la portata sanguigna.

Precauzioni

Lubrificare sempre il pene con prodotti appositi come crème, gel, olio da massaggio o lozioni specifiche.

Eseguire gli esercizi sempre in una condizione di semi-erezione e mai di erezione completa perché è fondamentale che ci sia il corretto afflusso di sangue nei corpi cavernosi del pene mentre eseguiamo gli esercizi.

Adeguare tempistiche e tipologie di esercizio a seconda delle proprie esigenze e dei risultati raggiunti di volta in volta.

Esercizi:

Gli esercizi per allungare il pene, in termini tecnici jeqling o mungitura, sono composti da molteplici fasi:

Riscaldamento:

Gli esercizi devono avere una durata compresa tra I 20 e 30 minuti ed è di fondamentale importanza riscaldare l’organo genitale nella giusta misura per aumentare l’afflusso di sangue. Il modo più classico consiste nel fare una doccia calda o avvolgere il proprio pene in un tovagliolo bagnato per 5 minuti. Non esagerate e ricordatevi di svolgere gli esercizi sempre in una condizione di semi-erezione.

Allungamento:

Una volta eseguito il riscaldamento bisognerà lubrificare il pene in tutte le sue parti uniformemente. Dopo aver svolto la preparazione bisogna stringere la base del pene con la mano unendo indice e pollice a forma di “OK”. La presa non dovrà essere fastidiosa ne mettere a disagio. Il sangue deve scorrere normalmente. A questo punto eseguire il movimento con la mano partendo dalla base e scorrendo verso il glande.

Una volta finito con la mano sinistra (ad esempio), ricominciare immediatamente con l’altra mano a svolgere lo stesso movimento.

Nella prima settimana consigliamo di svolgere l’esercizio per 10 minuti per un totale di 200-300 movimenti. Nella seconda settimana passare a 300-500 movimenti per 15 minuti e nelle settimane successive aumentare intensità, durata e numero per arrivare a 500 movimenti al giorno in 20 minuti.

E’ importante non esagerare e svolgere l’esercizio di allungamento 5 giorni alla settimana e continuare l’esercizio per circa tre mesi. E’ molto probabile infatti che nel primo mese non si vedano grossi miglioramenti della lunghezza e circonferenza del pene.

Aumentare spessore e circonferenza:

Preparare il pene come al punto uno e utilizzare del lubrificante. Mantenere il pene in stato di semi-erezione.

A questo punto ripetere la forma dell'”OK” con indice e pollice e stringere il pene appena sotto il glande. Questa volta il movimento sarà ancora verticale verso la base del pene ma più spostato verso I lati per far affluire il sangue verso le parti esterne dell’asta. Dopo aver eseguito il movimento bisognerà ripeterlo partendo da circa 2,5 cm più in basso di volta in volta.

Anche questo esercizio va ripetuto 5 volte a settimana tenendo a riposo il pene per due giorni.

Stretching con il pene flaccido:

Contrariamente a quanto si pensa il pene inizia all’interno del nostro corpo tra l’osso pubico e I legamenti. Vari metodi di chirurgia consentono di trasferire parte di questi tessuti “nascosti” all’interno verso l’esterno rendendo il pene visibilmente più grosso.

Tuttavia esistono anche esercizi manuali per aumentare la lunghezza e la circonferenza manipolando I legamenti interni.

Per iniziare l’esercizio bisognerà tenere la base del pene flaccido e, con un movimento dolce, delicato e indolore, tirare fuori il legamento cosicché risulti allungato.

Tieni il legamento il tensione per 10 secondi e lascia riposare per altri 15.

Non ripetere lo stiramento del legamento per più di tre volte.

Stretching con il pene eretto:

Innanzitutto raggiungere la piena erezione. Successivamente tirare il pene in maniera delicata prima verso destra e poi verso sinistra per 5 secondi ciascuno. A questo punto dovrete fare una pausa di 30 secondi e ripetere lo stretching 3 volte. Anche questo esercizio va fatto una volta al giorno per 5 giorni alla settimana. Inoltre per questo particolare esercizio esistono degli strumenti innovativi considerati veri e propri dispositivi medici, come jes extender estensore penieno

In conclusione possiamo affermare che le tecniche per l’allungamento del pene funzionano eccome e, se eseguite correttamente e per un tempo prolungato, possono portare dei grossi risultati in termini di aumento di lunghezza e circonferenza del pene.

È però importante ricordare che nessuno di questi esercizi può garantire miracoli e che spesso è molto utile utilizzare dei prodotti o device in sinergia con gli esercizi.

La tecnologia infatti ha fatto degli enormi passi in avanti negli ultimi anni e sono disponibili diverse apparecchiature per l’allungamento del pene che permettono di raggiungere risultati assolutamente importanti con uno sforzo abbastanza contenuto.

 

Lasciate un commento e fateci sapere come è andata!

 

 


Was This Post Helpful:

1 votes, 5 avg. rating

Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!