casanova

Casanova: avventuriero, scrittore, poeta, alchimista addirittura, filosofo, agente segreto e cittadino della più affascinante e sensuale repubblica. Che sia per la sua intelligenza, per il suo fascino, per la capacità innata e costruita al tempo stesso, di sedurre, lo charme di Casanova, vissuto a metà del 1700 resiste ancora oggi. Ma non è della potenza dell’attrazione che esercita ed esercitava Casanova sul gentil sesso che parleremo, quanto del perché tutte, ma proprio tutte le donne, almeno una volta, hanno sognato di essere preda di un seduttore. Quelle che non si sono fermate al sogno, nonostante i buoni propositi e le strenue resistenze e hanno loro malgrado, per così dire, capitolato, cadendo nelle braccia o meglio nel letto dell’affascinante seduttore, hanno però asserito tutte di essere vittime del fascino dei racconti di avventure, o delle intricate spire di contorte dissertazioni filosofiche, magari rapite dalle eroiche gesta da paladino. In poche hanno ammesso la verità, che  ancora a distanza di un tempo infinito, è la stessa, disonorevole ragione che ci fa cadere in una trappola così tanto desiderata.

casanova Sì sa, noi donne sappiamo essere complesse, volubili e soprattutto capricciose, sappiamo dire il contrario esatto di quello che desideriamo, mentiamo agli altri e a noi stesse, amiamo le favole, il lieto fine, ma ancor di più le appassionanti tragiche storie d’amore. Ma quello che più desideriamo, quello per cui più siamo disposte a lottare, a giocare, a rischiare in modo spregiudicato  è dimostrare quanto ognuna di noi, sia unica ed irripetibile. E questo desiderio quando si vuol realizzare a suon di letti di disfatti, si fa veramente un’arma erotica davvero potente.

E se da sempre, noi donne detestiamo essere una tra tante, una conquista in più di un seduttore, una tacca sul calcio di un fucile, nulla ci attira di più di un uomo che vuol far di noi solo questo. Aggiungiamo che il proibito attrae molto di più di ciò che è lecito, e che la ragione davanti a lusinghe ardite evapora, ed ecco che l’opera letteraria di Casanova annovera schiere di donne, cadute, neanche troppo difficilmente ai suoi piedi. Un’orda di donne, tutte consapevoli di ciò che stavano facendo e del breve tempo che era concesso loro prima di vedersi sostituite da un’altra.

Ed ecco che pur di non essere tra tante, pur di non finire in un taccuino insieme ad altri nomi, nel letto di Casanova, le donne hanno dato il meglio di se stesse. Disposte a tutto, libertine, spregiudicate, amanti voluttuose, disponibili, capaci di appetiti insaziabili ed insospettabili. Ognuna a svelare e donare il meglio di se, ad offrire quanta più femminilità possibile, a soddisfare quanti più desideri, a tentare in modo sensualmente disperato, di essere la prescelta, colei che da preda diventa predatrice, che supera le altre, che vince il confronto col corpo, con le armi che da sempre le donne sanno tenere più affilate. Potente afrodisiaco la rivalità, il desiderio di conquista, il bisogno di essere riconosciuta come unica, eletta, scelta.

Eccola la vergognosa verità. Siamo sicure, che le lacrime versate per Casanova siano per essere state sedotte ed abbandonate? Siamo sicure che sia stato solo il fascino di un uomo tra i più sensuali ed interessanti, a far capitolare quest’orda di donne? Siamo sicure che ogni volta che desideriamo amare un seduttore, sia solo per l’irresistibile sguardo ammaliatore con cui ci guarda?

Il desiderio di conquistare di una donna è di gran lunga più complesso e sottile di quello di un uomo. Noi donne non ci limitiamo ad enumerare conquiste, sui calci dei nostri fucili ci piace, o piacerebbe incidere, tante tacche quanti sono gli uomini che abbiamo segnato con la nostra unicità.

E Casanova pur realizzando molti dei desideri sessuali delle donne del suo tempo, ha vanificato, frustrato e disilluso il desiderio più ambito di tutte le sue amanti. A questo punto, c’è da chiedersi se un uomo della sua portata lo avesse capito e usato a proprio favore o se sia stato un seduttore inconsapevole.


Tags:
Share:

Desiderosamente

Leave a Comment

ATTENZIONE: Contenuti per Aduti!
Desiderosamente.it NON contiene pornografia, ma per i temi trattati devi comunque essere MAGGIORENNE per entrare! Scegliendo ENTRA, dichiari di avere più di 18 anni!